«

Apr 20

Topinambur a Marco Simone

Ambiente

Topinambur

Cos’è il topinambur?

Una patata Austriaca, ecco cos’è. Una semplice e comunissima patata che qui da noi è poco conosciuta, così poco che nei nostri supermercati di zona non è in vendita. Siccome a me piace tanto, ogni volta che ne ho voglia faccio una passeggiata a raccoglierne un po’ ma solo esclusivamente in inverno e tanto quanto basta per farne o un purea, un pinzimonio oppure mischiarlo insieme ad altre erbe di campo di cui parlerò in seguito e farne un gustosissimo  minestrone o una gustosissima insalata.

Si, insalata, perché il topinambur anche crudo da il meglio di se. Dal sapore che ricorda sia la patata che il carciofo sbucciato, tagliato a fettine sottili e condito con dell’ottimo aceto balsamico tradizionale o con olio e limone è una prelibatezza da non perdere.

A Marco Simone e Setteville Nord  il topinambur si può trovare un po’ ovunque. Alcuni ce l’hanno in giardino o nei vasi, lo tengono come fiore da decoro non sapendo di possedere una pianta le cui radici sono commestibili.

Grazie al contenuto di inulina è una pianta molto adatta ed indicata nella dieta di persone diabetiche. Il topinambur ha un effetto molto positivo sulla flora batterica, rinforza le difese immunitarie che ci aiutano a prevenire e a contenere i mali di stagione. Il tubero inoltre è ricco di sali minerali ed ha il pregio di  ridurre il colesterolo. Una bella scorpacciata di topinambur dopo le feste è sicuramente uno dei migliori modi per riequilibrare l’organismo.

Vi starete chiedendo dove trovare il topinambur! Vi do un indizio: in tarda estate fa dei fiori gialli bellissimi molto simili a delle margherite giganti ( non posso mettervi una foto perché in inverno le piante seccano ma su internet se ne trovano decine). Basta individuare il punto in cui fiorisce e aspettare che arrivi l’inverno e il gioco è fatto.

Mi raccomando durante la raccolta rispettate l’ambiente, lasciate sempre parte della radice così che la pianta l’estate successiva ricresca di nuovo bella e carica di nuovi succulenti tuberi.

Buon topinambur a tutti.

Sergio Norrito

1 comment

  1. Vercingetorige
    Vercingetorige

    Sui campi che da via percile arrivano fino alla chiesa il trattore oltre ad aver tagliato l’erba ha rigirato la terra. Ora il topinambur affiora e non c’è bisogno di nessuno sforzo per raccoglierlo. In frigorifero si mantiene anche per un anno. Anche se non richiede una particolare specializzazione state comunque attenti a quello che raccogliete. Per accertarvi di aver preso proprio il topinambur potete masticarne un pezzettino, sentirete immediatamente al palato un sapore simile al carciofo. Inoltre appena sbucciato la perdita di vitamine così come con il carciofo, lo farà scurire subito se non lo bagnate in acqua e limone.

Commenti disabilitati.