↑ Torna a Parliamo di…

Assicurazioni


ass.2A cura della Dott.ssa Daniela Di Meo


L’attività umana è caratterizzata dall’incertezza.

Molti eventi futuri possono condizionare il corso della nostra vita: può sorgere la necessità di fronteggiare spese mediche importanti, di salvaguardare il proprio patrimonio e la propria esistenza da imprevisti, da eventi spiacevoli, o dal mutare delle condizioni economiche.

Non sorprende quindi che fin dall’antichità l’uomo abbia sentito il bisogno di trovare forme di protezione e garanzia , dunque di assicurarsi. Quale che sia l’evento da coprire, la caratteristica principale dell’assicurazione è da sempre la mutualità, ovvero l’operazione di trasferimento di un rischio individuale su una collettività attraverso la ripartizione dello stesso rischio tra più soggetti.

Nell’attività economica, l’assicurazione trovò spazio prima in agricoltura, poi nel trasporto delle merci via mare, per il diffondersi della pirateria. L’uomo seguendo il suo istinto cerca di soddisfare innanzitutto i suoi bisogni primari; istintivamente non sente la necessità  di sottoscrivere una polizza.

Avverte il bisogno di essere al sicuro.

L’assicurarsi è solo ed esclusivamente un atto di tutela per se stessi e la propria famiglia,  per il proprio patrimonio e quello che si è costruito negli anni.

Assicurarsi non vuol dire essere sicuri che nulla  capiterà, ma che avendo la copertura adeguata si può sicuramente vivere più tranquilli .

 

Tutelarsi attraverso un contratto assicurativo è un’evoluzione superiore della mente umana. Vuol dire usare il ragionamento, capire che nella vita non si è sempre fortunatissimi, e che bisogna pensarci prima piuttosto che dover piangere dopo. Questo è testimoniato dal fatto che tanto più un paese è civilizzato, maggiore è il ricorso alle coperture assicurative.ass.1

Al contrario di quanto avviene nei Paesi anglosassoni, abituati a considerare il rischio un’eventualità i cui effetti possono stemperarsi condividendolo con il resto della collettività, l’importanza di assicurarsi è spesso sottovalutata dagli italiani, figli di una cultura principalmente fatalista per la quale l’evento dannoso rappresenta una casualità difficilmente governabile. Del resto proprio per questo nacque il concetto di assicurazione: quando, ai tempi delle grandi scoperte geografiche, i conquistatori spagnoli e portoghesi si accorsero che mediamente, su dieci navi che salpavano, ne rientravano  9;  intuirono  come convenisse ad ognuno versare una quota a copertura del rischio piuttosto  che subire le conseguenze della perdita della caravella e del suo carico.

Il diffondersi di una cultura assicurativa, e prima ancora di una cultura orientata alla prevenzione è di fondamentale importanza, specialmente in tempi di crisi, quando anche un semplice imprevisto, che ostacola l’attività lavorativa per qualche giorno, può provocare gravi conseguenze sul piano economico.

Il mondo assicurativo è pieno di regole e non sempre queste sono conosciute abbastanza da poter prendere serenamente delle decisioni. L’ intento di questo spazio è proprio quello di cercare di aiutarvi a destreggiarvi nel mondo delle assicurazioni, sotto qualsiasi aspetto, chiarendovi anche il più piccolo dubbio, aiutandovi ad essere maggiormente consapevoli delle offerte assicurative .

Sentitevi liberi di contattarci per qualsiasi domanda.

Ultimi Articoli

Attuazione di disposizioni in materia di assicurazione R.C. Auto

Attuazione di disposizioni in materia di assicurazione R.C.   Auto
Dal sito del Governo, gli interventi a favore e a tutela degli assicurati e la riduzione del premio assicurativo. Ecco i punti principali:   installazione scatola nera: l’assicurazione ha la facoltà di proporre tale   installazione all’assicurato, in sede di stipula del contratto. Se acconsente,   l’assicurato fruisce di uno sconto di a...(continua a leggere)...

Piani Individuali di Previdenza e Risparmio Fiscale

Piani Individuali di Previdenza e Risparmio Fiscale
Con le recenti riforme della previdenza oggi si va in pensione con quanto si è effettivamente accumulato durante gli anni di lavoro con il versamento dei contributi obbligatori. In particolar modo per i più giovani la pensione pubblica può arrivare a coprire meno del 50% dell’ultimo reddito. E’ dunque necessario intervenire in maniera autonoma ...(continua a leggere)...

Responsabilità Civile Professionale

Responsabilità Civile Professionale
Professionisti: entro agosto obbligo alla copertura della responsabilità civile Avere una buona copertura dei rischi derivanti dall'esercizio della propria professione è fondamentale per potersi dedicare alla propria attività con la giusta serenità. Considerando il numero di cause promosse, le evoluzioni della giurisprudenza in materia, l’aument...(continua a leggere)...

Responsabilità civile del cane

Responsabilità civile del cane
Cara Daniela, vorrei un consiglio, da circa un anno ho acquistato un cane da guardia, ma non essendo io un esperto, credo di aver esagerato con la mole dell'animale. La domanda che vorrei porti è questa: posso assicurare l'animale contro eventuali attacchi a persone o altri animali che sono nella zona? Ti ringrazio e aspetto una Tua risposta....(continua a leggere)...

Al via la riforma delle pensioni

Al via la riforma delle pensioni
Dal I gennaio 2013 è entrata ufficialmente in vigore la riforma Fornero. La riforma della previdenza che segnerà profondamente la vita degli italiani e che porta l'età della pensione, per gli uomini a 66 anni e 3 mesi e per le donne a 62 anni e 3 mesi. Inoltre avviene il passaggio al sistema contributivo puro, spariscono le pensioni di anzianità e ...(continua a leggere)...

L'importanza di tutelare la nostra casa

L'importanza di tutelare la nostra casa
La casa è il fulcro della nostra vita e della nostra famiglia. Scegliere di tutelarla dagli imprevisti, sia essi piccoli o grandi che possono turbare la tranquillità familiare è necessario e fondamentale. Assicurare la propria casa per garantire sicurezza rispetto ad ogni tipo di danno dovrebbe rappresentare una tutela indispensabile. Anche se non...(continua a leggere)...

RCA: dal 1 gennaio 2013 non c'è più il tacito rinnovo!

RCA: dal 1 gennaio 2013 non c'è più il tacito rinnovo!
Prevista una piccola rivoluzione per gli automobilisti italiani, dal 1 gennaio 2013 il contratto RCA per l’auto non si rinnovererà più automaticamente. Scompare così il periodo di tolleranza di 15 giorni che tutelava il proprietario del veicolo. In mancanza di una esplicita disdetta, nell’arco dei 15 giorni l’assicurato godeva della copertura pur n...(continua a leggere)...

Elenco Completo degli Articoli


Invia una richiesta per un Consiglio Assicurativo

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio